Diventa volontario

Cosa significa essere volontario?

Essere volontario o volontaria significa mettere il proprio tempo e le proprie energie al servizio degli altri, senza alcuna costrizione e senza desiderare nulla in cambio.
Per alcuni, fare volontariato è una scelta di vita, per altri una vocazione, per altri ancora un modo per dare qualcosa, non solo agli altri, ma soprattutto a se stessi.
Essere volontario o volontaria significa non solo lavorare per le persone, ma con le persone, all’interno della propria comunità. Significa mettere a frutto le proprie competenze per migliorare le condizioni di vita delle persone più vulnerabili, chiunque esse siano, ed essere consapevoli che, per tanto che ciò che facciamo possa sembrarci poco, stiamo facendo la differenza. Nella loro vita come nella nostra.

Il volontariato in Croce Rossa

E’ questo che fanno ogni giorno i volontari della Croce Rossa Italiana (a Cuneo sono circa 500) nell’aiuto alle persone più vulnerabili: nel rispetto dei Sette Principi di Croce Rossa e Mezzaluna Rossa, lavorano negli ospedali, nelle case riposo, nei centri di accoglienza per migranti, sulle ambulanze, nei centri sportivi, nelle scuole e in situazioni di emergenza. I volontari contribuiscono a difendere la salute e la vita, a diffondere i principi e valori di Croce Rossa e Mezzaluna Rossa e a formare cittadini responsabili di oggi e di domani.La partecipazione attiva alle attività è subordinata alla partecipazione ad un corso di 9 lezioni con il superamento del relativo esame finale. Annualmente vengono organizzati solitamente 2 corsi.

Come iscriversi al corso

Per potersi iscrivere al corso è necessario avere i seguenti requisiti:

  • essere Socio Ordinario dell’Associazione;
  • avere un’età minima di 14 anni;
  • essere cittadino italiano ovvero essere cittadino di uno Stato dell’Unione Europea o di uno Stato non comunitario, purché regolarmente soggiornante nel territorio italiano ai sensi della normativa vigente in materia;
  • non essere stati condannato, con sentenza passata in giudicato, per uno dei reati comportanti la destituzione dai pubblici uffici;
  • assumere l’impegno a svolgere gratuitamente, le attività anche di tipo intellettuale e professionale di cui al presente Regolamento;
  • essere in possesso di idoneità psico-fisica, in relazione all’attività da svolgere, certificata ai sensi della vigente normativa.

Per coloro che superano l’esame finale è prevista la possibilità di partecipare ai corsi di specializzazione nelle varie attività che la CRI svolge sul territorio.